Hai mai pensato di fare Trading Online senza il supporto di un Broker? Ti sei stancato di pagare commissioni spesso esagerate per dei servizi che lasciano a desiderare? Non preferiresti avere un solido istituto finanziario italiano alle tue spalle piuttosto che un qualunque broker tailandese con sede legale a Cipro? Nel caso in cui tu operassi principalmente nel mercato azionario, abbiamo qui una soluzione che fa per te!

Nella nostra sezione “Studi”, abbiamo appena pubblicato il Multiple Stock Quote Downloader, un programma automatico che semplicemente inserendo il ticker di un titolo azionario e selezionando un periodo di riferimento, scarica in automatico da Yahoo Finance le serie storiche dell’apertura, massimo, minimo, chiusura, volume e chiusura adjusted (serie giornaliere, settimanali o mensili).

Ok perfetto, in questo modo abbiamo le serie storiche, ma come facciamo a fare investimenti?

Come prima cosa basta aprirsi un Conto Titoli con un istituto finanziario che non sia un Broker. Ad esempio quello di CheBanca! è a disposizione per appena 2€ a mese. Dopo di che è sufficiente inserire sul nostro foglio Excel con le serie storiche le formule sottostanti gli indicatori di Analisi Tecnica ed usare le funzioni “inserisci grafici” per avere esattamente lo stesso risultato di una piattaforma di trading.

Per giunta, dovendo inserire le formule degli indicatori manualmente (potete trovare tutto quello che può interessarvi sul sito InvestExcel), avrete sicuramente un riscontro più chiaro di quello che è effettivamente il vero significato di ogni strumento di analisi. Questo è un vantaggio assolutamente da non sottovalutare per la vostra operatività!

Per mostrarvi un risultato pratico, abbiamo aggiunto al file Excel contenente il programma Multiple Stock Quote Downloader anche le formule di alcuni indicatori quali le Medie Mobili, le Bande di Bollinger e lo Stocastico.

Riassumendo:

  1. Con lo Stock Downloader scarichiamo gratuitamente le serie storiche per l’orizzonte temporale che ci interessa.
  2. Inseriamo le formule degli indicatori di Analisi Tecnica e se vogliamo lanciamo anche qualche grafico per un migliore riscontro visivo.
  3. Prendiamo la nostra decisione di investimento.
  4. Compriamo le azioni a commissioni ridotte tramite il nostro Conto Titoli.

Ovviamente questo approccio, seppur più sicuro ed economico, ha diversi limiti:

  • non è adatto a chi vuole fare scalping od in generale trading intraday;
  • non sempre permette l’apertura di posizioni short (dipende da Banca a Banca);
  • per giunta, soprattutto all’inizio, è un sistema piuttosto scomodo.

Anche i vantaggi però sono diversi:

  • al primo posto vi è senza dubbio la maggiore e più profonda comprensione del significato degli strumenti di Analisi Tecnica;
  • vi è poi la stabilità di un solido istituto bancario (spesso con i normali Broker non abbiamo a disposizione neanche un luogo fisico per avere ulteriori informazioni od anche solo un confronto);
  • infine, vi è la possibilità di risparmiare anche qualche centinaio d’euro l’anno tra le commissioni più basse per l’operatività e per il conto d’appoggio.

In definitiva, non è possibile dire quale delle due alternative sia migliore. Ogni singolo investitore dovrà scegliere la più consona sulla base delle sue necessità principali e del suo tipo di operatività.

About The Author

Laurea Specialistica in Business Management presso La Sapienza (tesi sperimentale trattante il confronto tra Analisi Tecnica e Fondamentale). Laurea Triennale in Economia, Finanza e Diritto per la Gestione d’Impresa con tesi riguardante un'analisi dei multipli di bilancio. Ha atteso un percorso extracurriculare di approfondimento nella Finanza Aziendale ed Internazionale (“Percorso d’Eccellenza”). Pratica Trading Online gestendo autonomamente i propri risparmi da diversi anni. Dopo aver abitato anche a Londra, attualmente vive a Bruxelles. Lettore appassionato e grande sportivo, ama viaggiare.

One Response

  1. Samual Sloan

    Lovely just what I was looking for. Thanks to the author
    for taking his time on this one.

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published.