Il segretario del Tesoro statunitense ha esortato la Cina a ridurre la produzione di acciaio che – a suo parere- distorcerebbe i mercati globali.

Jack Lew ha parlato a Pechino, prima del meeting annuale tra USA e Cina riguardante il commercio e la sicurezza.

La Cina è il maggior produttore di acciaio al mondo ed è stata accusata di vendere prodotti ad un prezzo inferiore a quello di mercato.

Lew ha affermato che a sovrapproduzione potrebbe avere un effetto “corrosivo” sull’economia cinese.

I funzionari statunitensi discuteranno il problema con la controparte cinese nel corso del Dialogo Strategico – Economico annuale, che avrà luogo oggi e domani.

L’eccesso di produzione è un fatto lesivo dell’efficienza economica”, ha detto Lew. “Significa avere risorse mal distribuite e che, per liberare il mercato, l’unica cosa che si può fare è quella di vendere i prodotti ad un prezzo al di sotto di quello che sarebbe il normale prezzo sul mercato mondiale”.

Lew ha dichiarto inoltre che l’eccesso produttivo non è solo un problema interno alla Cina, che produce più della metà dell’acciaio mondiale.

La questione della sovrapproduzione ha un enorme impatto sui mercati mondiali, soprattutto per ciò che concerne acciaio ed alluminio, che provoca distorsioni del mercato mondiale”.

I produttori europei di acciaio sono preoccupati per le importazioni cinesi a basso costo che invadono i loro mercati e che causano l’abbassamento dei prezzi.

Nei primi mesi dell’anno in corso, l’indiana Tata Steel ha annunciato un progetto di vendita delle sue attività, ormai passive, in Gran Bretagna, mettendo così a rischio migliaia di posti di lavoro.

La compagnia ha citato la sovrabbondanza globale di acciaio e le importazioni in Europa come due dei fattori determinanti che hanno “significativamente danneggiato la competitività sul lungo termine del business nel Regno Unito”.

Le importazioni di acciaio cinese da parte della Gran Breagna sono aumentate dalle 303.000 tonnellate nel 2013 alle 687.000 tonnellate nel 2014.

About The Author

La redazione di Jobtrading.it è composta da giornalisti professionisti, pubblicisti, economisti e traduttori. Su Jobtrading.it è possibile trovare news dall’Italia, dall’Europa e dal Mondo intero, con informazioni riguardanti l’andamento dei mercati e dei principali strumenti finanziari. Grande impegno sarà profuso nel collegare i vari mercati ed i differenti strumenti finanziari per offrire una panoramica il più ampia possibile da diverse prospettive.

Leave a Reply

Your email address will not be published.