Non so di preciso cosa mi abbia mosso a scrivere questo articolo. Forse la voglia di raccontarmi, forse di condividere … fatto sta che sono qui, pensando che le prossime righe potranno tornare utili a molti …

Gli esordi

Tutto è cominciato a marzo 2013, quando studiando per l’esame di Economia degli Intermediari Finanziari, sentii parlare per la prima volta di MTA (per chi non lo sapesse, Mercato Telematico Azionario, gestito da BorsaItaliana dove sono presenti tutti i nostri listini: FTSE MIB, il segmento STAR, i panieri a media e bassa capitalizzazione, etc..).

Fu amore a prima vista (o, se volete, lettura). Iniziai a raccogliere materiale e ad informarmi con la mia banca (CheBanca!) per aprire un Conto Titoli. Parlai anche con alcuni amici e decidemmo di raccogliere 1000€ (250€ a persona) per fare delle prove durante l’estate che andava avvicinandosi.

Senza alcuna conoscenza di Analisi Tecnica, prendemmo “decisioni di investimento” solamente guardando i grafici, senza neanche tracciare una trendline! Ad onor del vero, il Conto Titoli era solo un mezzo di conservazione per strumenti finanziari, non una piattaforma di trading…

In ogni caso, fummo fortunati (non ci attribuiamo ovviamente nessun merito a riguardo!). I risultati dopo i tre mesi estivi sono visibili nelle foto, dove potete anche riconoscere il giallo caratteristico dei conti CheBanca.

1

2

Ovviamente un 7-8% medio su 1000€ da dividere in 4 era nulla, quindi i miei amici decisero di riprendersi i soldi (chissà cosa si aspettavano), mentre io continuai da solo … e durante questa fase vissi la prima vera, significativa esperienza da trader

Dalle stelle …

Circolavano notizie sulla costruzione dello stadio del club calcistico AS Roma che si aggiungevano ad una alta probabilità di vittoria dello scudetto (cosa che ovviamente non si è verificata!).

Il titolo, una small cap, stava crescendo a ritmi strepitosi, tirandosi dietro tutto il settore (il titolo della Lazio come quello Juventino). Come avrei mai potuto, da inesperto, non conoscendo neanche l’esistenza dell’Analisi Tecnica, non comprare?

Ed infatti acquistai… il primo giorno, il titolo della Roma … ed il secondo, quello della Juve. I risultati alla sera del secondo giorno sono mostrati nella foto sottostante.

3

Vien da sé che, al terzo giorno, comprai anche la Lazio… qui sotto i risultati al terzo giorno. Non potevo crederci, non ero più nella pelle…

4

Forte di un trend che si protraeva ormai da una settimana, decisi quindi di aspettare la sera dell’indomani per incassare i profitti…

Alle stalle!!

Non stiamo parlando di chissà quanti soldi, non saranno di certo 900€ a cambiare la vita di una persona, ma oltre ad aiutare, sicuramente rendono molto felici se si è inesperti e li si è guadagnati in appena 3 giorni.

Peccato però che quei 933,15 fottutissimi eur”i” alla fine non se li è guadagnati un bel nessuno.

L’indomani la bolla speculativa è esplosa e, a causa delle sospensioni, i titoli avranno negoziato sì e no 30 minuti delle 8 ore e mezza di una giornata di normale operatività. Insomma, da bravo incompetente, non sono mai riuscito a cogliere l’attimo per vendere.

Il resoconto? Fortuna da principiante! I 700€ di gain sulla Roma hanno coperto i crolli degli altri titoli e la mia quattro giorni si è chiusa con un bel nulla di fatto!

Conclusioni

Cosa possiamo concludere da questa storia? La cosa più importante di tutte è imparare sempre dai propri errori. Guardatemi, dopo 3 anni ancora conservo gelosamente le foto e ricordo nitidamente cosa ho vissuto …

Potremmo poi dilungarci molto su tutti gli aspetti inerenti la psicologia nel trading e l’inesperienza, insieme all’assente formazione

Anche gli insegnamenti e gli errori non mancano. Per dirne uno, la fortunata prova iniziale era stata condotta d’estate, periodo di basse transazioni in cui i mercati tendono ad appiattirsi od addirittura a scendere (non ci avevate pensato eh?).

Gli acquisti, ancora, erano stati sempre effettuati senza alcuno studio alle spalle, basati solo su intuizione e “sesto senso”. Ed inoltre, lo strumento utilizzato (il Conto Titoli di CheBanca), non era assolutamente un valido supporto …

Comunque, grazie a dio, è poi arrivata Powerdesk2 di Fineco … ma questa è un’altra storia!

About The Author

Laurea Specialistica in Business Management presso La Sapienza (tesi sperimentale trattante il confronto tra Analisi Tecnica e Fondamentale). Laurea Triennale in Economia, Finanza e Diritto per la Gestione d’Impresa con tesi riguardante un'analisi dei multipli di bilancio. Ha atteso un percorso extracurriculare di approfondimento nella Finanza Aziendale ed Internazionale (“Percorso d’Eccellenza”). Pratica Trading Online gestendo autonomamente i propri risparmi da diversi anni. Dopo aver abitato anche a Londra, attualmente vive a Bruxelles. Lettore appassionato e grande sportivo, ama viaggiare.

Leave a Reply

Your email address will not be published.