A maggio, il tasso di disoccupazione tedesco è sceso ad un minimo record, mentre nell’eurozona – ad aprile – è diminuito al 10,2%.

In Germania, il tasso non aggiornato è sceso al 6% dal 6,3% di aprile, secondo quanto comunicato dall’Ufficio Federale del Lavoro. E’ il livello più basso dalla riunificazione tedesca del 1990.

Alcune differenze si riscontrano tra le due Germanie: la disoccupazione, nell’ex Germania dell’Ovest, è solo al 5,5%, mentre è all’8% in quella ex  comunista.

La diminuzione del tasso di disoccupazione riflette la robustezza del mercato del lavoro nella più ricca economia d’Europa.

Secondo quanto dichiarato da Eurostat, il tasso di disoccupazione dell’Eurozona è diminuito dall’11% dell’aprile dell’anno scorso e, per i 19 Paesi che fanno uso dell’euro, è il dato più basso dall’agosto 2011.

Nei 28 Stati dell’Unione Europea, la disoccupazione è scesa all’8,7% ad aprile, rispetto all’8,8% di marzo e il 9,6% dello stesso mese 2015.

Il più basso tasso, per l’UE dall’aprile 2009.

Tuttavia, sette stati dell’Unione hanno ancora un tasso di disoccupazione  a due cifre, con l’Italia all’11.7%, la Spagna al 20,1% e la Grecia al 24,4%.

Il tasso di disoccupazione,  per coloro che hanno tra i 15 ed i 24 anni, è stato -ad aprile – dell’18,8% nell’Unione Europea, a fronte del 22,5% registrato nello stesso mese lo scorso anno.

About The Author

La redazione di Jobtrading.it è composta da giornalisti professionisti, pubblicisti, economisti e traduttori. Su Jobtrading.it è possibile trovare news dall’Italia, dall’Europa e dal Mondo intero, con informazioni riguardanti l’andamento dei mercati e dei principali strumenti finanziari. Grande impegno sarà profuso nel collegare i vari mercati ed i differenti strumenti finanziari per offrire una panoramica il più ampia possibile da diverse prospettive.

Leave a Reply

Your email address will not be published.