Gli organi di regolamentazione finanziaria svizzeri hanno aperto un procedimento penale a carico della banca svizzera BSI , per essere implicata nelle accuse di corruzione rivolte al fondo sovrano malese 1MDB. L’amministratore delegato di BSI, Stefano Coduri, ha rassegnato le sue dimissioni con effetto immediato.

Il pubblico ministero svizzero ha dichiarato che l’accusa è “basata su informazioni venute alla luce durante il procedimento penale riguardante 1MDB”.

1MDB si trova ad affrontare accuse di corruzione che provengono da più parti del mondo.

L’ufficio  svizzero della procura generale (OAG) ha dichiarato di avere informazioni che suggeriscono  che “i reati di riciclaggio e corruzione di pubblici ufficiali stranieri che sono attualmente oggetto di indagine nel contesto del caso 1DMDB, avrebbero potuto essere prevenuti” da BSI. In un comunicato, BSI ha dichiarato che coopererà con le indagini.

Già martedì, l’organismo di regolamentazione finanziaria di Singapore ha imposto la chiusura della filiale BSI di Singapore, per quelle definite come “serie violazioni delle norme sul riciclaggio”.

La Monetary Authority di Singapore (MAS) ha anche accusato BSI  di “scarsa vigilanza da parte del management” e “grossolana scorrettezza” da parte di alcuni dipendenti.

MAS è uno dei molti organismi globali che stanno investigando sui possibili illeciti collegati a 1MDB.

La storia di BSI

BSI è una banca privata che offre servizi a clienti individuali di alto profilo economico, ed è stata fondata a Lugano, in Svizzera, nel 1873. Alla fine del 2015, la banca gestiva un totale di assets di 84.3 miliardi di franchi svizzeri.

Attualmente, dà lavoro a circa 2.000 persone, almeno due terzi delle quali lavorano in Svizzera. Circa 300 unità dello staff operano in Asia.

Fino a due anni fa, la banca era di proprietà della società italiana di assicurazioni Generali Group che, nel luglio del 2014 la ha ceduta all’unità di banking  di BTG Pactual Group of Brasil.

Nei primi mesi dell’anno, BTG Pactual ha raggiunto un accordo per cedere BSI  ad EFG International con base a Ginevra, per una cifra pari a 1.33 miliardi di franchi svizzeri (1.34 miliardi di dollari).

Una volta completata l’operazione, BSI sarà completamente assorbita da EFG.

About The Author

La redazione di Jobtrading.it è composta da giornalisti professionisti, pubblicisti, economisti e traduttori. Su Jobtrading.it è possibile trovare news dall’Italia, dall’Europa e dal Mondo intero, con informazioni riguardanti l’andamento dei mercati e dei principali strumenti finanziari. Grande impegno sarà profuso nel collegare i vari mercati ed i differenti strumenti finanziari per offrire una panoramica il più ampia possibile da diverse prospettive.

Leave a Reply

Your email address will not be published.