Le Medie Mobili Envelope (in italiano “busta”, per il tentativo di ingabbiare i prezzi) sono un indicatore sovrapposto di Analisi Tecnica. La loro funzione primaria è l’individuazione del trading range dello strumento sul quale sono applicate. Possiedono, quindi, caratteristiche molto simili a quelle delle Bollinger Bands.

Calcolo

Il canale tracciato dall’indicatore si basa su una prima media mobile. Ovviamente questa può essere di qualsivoglia tipo e calcolata su qualsiasi intervallo temporale.

Successivamente, una stessa percentuale del valore della media mobile viene simultaneamente aggiunta e sottratta alla media mobile stessa, individuando così un punto sopra di essa (il tetto del canale) ed un altro sotto (il pavimento). La media mobile viene quindi spostata più in alto e più in basso mantenendo la stessa forma. Per una migliore comprensione, si vedano le formule sotto.

BandaSuperiorei = MediaMobilei x [1 + k/1000]   ;   BandaInferiorei = MediaMobilei x [1 – k/1000]

Non esiste un valore ottimale per la percentuale. Sarà l’analista che dovrà sceglierlo sulla base della propria esperienza. Comunque, regola generale vuole una percentuale maggiore per strumenti di più ampia volatilità.

Interpretazione

La funzione primaria delle Medie Mobili Envelope è la medesima delle Bande di Bollinger: individuare il campo di oscillazione dello strumento usando il canale disegnato. Quando il prezzo supera il tetto, un’inversione ribassista risulterà quindi molto probabile (e viceversa).

Un principio di base dei canali stabilisce infatti che dopo un cambiamento, il prezzo solitamente ritorna verso il trend principale, rappresentabile appunto con una media mobile (elemento centrale sia nelle Envelope che nelle Bande di Bollinger).

Nel caso poi di trend rialzisti, il pavimento del canale può essere usato come livello di supporto per eventuali correzioni, mentre, per trend ribassisti, il tetto come livello di resistenza. L’immagine sottostante propone un esempio del secondo caso.

discesa

Un’ulteriore interpretazione vuole la lettura dei prezzi caduti sotto il pavimento del canale e di quelli usciti dal tetto come livelli rispettivamente di ipervenduto/ipercomprato. In forti trend comunque i prezzi possono muoversi al di fuori delle bande anche per lunghi periodi. È per questo che la suddetta lettura è meglio utilizzabile per trend laterali.

Fascio di Medie Mobili Envelope

Infine, prima di concludere l’articolo, presentiamo anche un’evoluzione del semplice canale Envelope: il fascio di Medie Mobili Envelope.

In questo caso l’operatore plotta sul grafico due o più canali Envelope, tutti calcolati a partire dalla medesima Media Mobile ma usando percentuali diverse. Un esempio nella figura sottostante.

fascio

Si può vedere dall’immagine che alcuni movimenti del prezzo sarebbero stati catturati con fasci più ampi (al 20 o 30%) rispetto al solo 10% dei settaggi di default.

Si coglie quest’ultima considerazione per evidenziare che maggiore è il time frame del grafico (settimanale, nell’ultimo caso) più ampia dovrebbe essere la percentuale da impostare poiché maggiori potrebbero essere le oscillazioni dello strumento.

Infine, alcune strategie e tecniche di trading basate sull’utilizzo delle Medie Mobili Envelope sono state illustrate qui.

About The Author

Laurea Specialistica in Business Management presso La Sapienza (tesi sperimentale trattante il confronto tra Analisi Tecnica e Fondamentale). Laurea Triennale in Economia, Finanza e Diritto per la Gestione d’Impresa con tesi riguardante un'analisi dei multipli di bilancio. Ha atteso un percorso extracurriculare di approfondimento nella Finanza Aziendale ed Internazionale (“Percorso d’Eccellenza”). Pratica Trading Online gestendo autonomamente i propri risparmi da diversi anni. Dopo aver abitato anche a Londra, attualmente vive a Bruxelles. Lettore appassionato e grande sportivo, ama viaggiare.

Leave a Reply

Your email address will not be published.