Per la newsletter della scorsa settimana con i contenuti unici per i soli utenti iscritti, abbiamo pensato di condurre un’analisi su alcuni titoli azionari del listino Eurostoxx 50. Per la precisione, ne abbiamo selezionati alcuni sulla base dell’importanza che hanno ricevuto nell’ultimo periodo espressa anche dai volumi significativamente più alti della media.

Enel

Enel

Il contesto tecnico del titolo ENEL, invece, risulta particolarmente complesso. Come visibile, l’azione si inserisce all’interno di una configurazione particolare. Fondamentalmente abbiamo un trend principale ribassista ed un trend minore rialzista. Solo la rottura della trendline superiore rossa confermerebbe un’inversione del trend di lungo periodo.

Abbiamo poi inserito il Parabolic SAR (settaggi modificati con fattore incrementale portato a 0,005 da 0,02 di default) ed un fascio di medie mobili ed ambo gli strumenti danno segnali positivi. Questo ci porta a pensare che il titolo ritesterà, nel giro di una o due settimane, la trendline superiore.

Bisogna comunque tenere in considerazione che sull’RSI (anche qui i settaggi di default sono stati modificati da 14 a 21 periodi) si è sviluppata una divergenza particolare (linee arancioni).

Suggerimento. Mantenere questa impostazione grafica ed aspettare la rottura di una delle due trendline che confermi l’inversione del trend minore di breve o di quello principale.

Nokia

Nokia

La situazione del titolo Nokia risulta particolare. Abbiamo applicato questa tecnica di trading (ne consigliamo una attenta lettura per comprendere appieno le modifiche dei settaggi di default) che manda un forte segnale ribassista.

Il titolo però, contestualizzato in un trend primario particolarmente negativo (evidenziato anche da quel forte gap) si è appena appoggiato su una trendline (l’inferiore verde nell’immagine) con funzione di supporto dinamico.

Suggerimento. Alle su esposte condizioni, se si dovesse verificare la rottura ribassista, l’apertura di una posizione short sarebbe particolarmente suggerita. Un’inversione di trend principale invece si otterrebbe solo dopo una concreta rottura della trendline superiore.

Banco Santander

Banco Santander

Per quanto riguarda il titolo spagnolo Banco Santander, reputiamo che la fine di un lunghissimo trend primario ribassista sia ormai giunta. Il trend secondario, come visibile dalla direzione del canale, è rialzista. Il trend minore, al contrario, rimane ribassista.

Il titolo ha poi appena superato al ribasso la media mobile a 100 periodi ed ha anche appena toccato il Parabolic SAR (ciò significa che dalla prossima seduta lo Stop And Reverse inizierà ad inviare un segnale negativo posizionandosi sopra alle candele del prezzo).

Lo stocastico è appena entrato in territorio di ipervenduto dove potrebbe rimanere ancora un po’ (il segnale di acquisto si avrà all’uscita da quell’area) ed il Bollinger Band % al valore del 33,81% indica che il prezzo è già sceso sotto la media mobile a 20 periodi (centrale nel canale disegnato dalle bande) e che ha ancora un po’ di strada da percorrere prima di arrivare alla banda inferiore.

Suggerimento. Date tutte le considerazioni su esposte, reputiamo che una discesa del prezzo nell’immediato fino al pavimento del canale sia alquanto probabile. Un eventuale rimbalzo, oltre ad essere segnale rialzista, sarebbe anche quinta conferma dell’esistenza del canale.

Deutsche Bank

Deutsche bank

Nell’immagine la situazione tecnica del titolo Deutsche Bank. L’andamento recente si è inserito all’interno di un triangolo laterale, classica figura di continuazione già validificata da 4 tocchi.

In aggiunta, abbiamo scoperto una divergenza importantissima sugli ultimi tre massimi relativi (trendline arancioni).

Suggerimento. Dato il contesto tecnico, reputiamo che la prosecuzione del trend minore ribassista sia alquanto probabile almeno fino alla trendline rossa. In caso di rottura si creerebbe ulteriore spazio per scendere fino al livello 100% (cioè fino al minimo più basso – fate molta attenzione a come sono stati tracciati i ritracciamenti di Fibonacci usati qui per capire se si è avuta una inversione di trend o meno).

About The Author

Laurea Specialistica in Business Management presso La Sapienza (tesi sperimentale trattante il confronto tra Analisi Tecnica e Fondamentale). Laurea Triennale in Economia, Finanza e Diritto per la Gestione d’Impresa con tesi riguardante un'analisi dei multipli di bilancio. Ha atteso un percorso extracurriculare di approfondimento nella Finanza Aziendale ed Internazionale (“Percorso d’Eccellenza”). Pratica Trading Online gestendo autonomamente i propri risparmi da diversi anni. Dopo aver abitato anche a Londra, attualmente vive a Bruxelles. Lettore appassionato e grande sportivo, ama viaggiare.

Leave a Reply

Your email address will not be published.