Tutte le società, compresa Apple, dovrebbero pagare il 50% di tasse, ha dichiarato alla BBC il co-fondatore di Apple, Steve Wozniak, affermando che non gli piace l’idea che Apple non paghi la stessa quota di tasse che lui paga personalmente.

Apple, Google e Amazon sono state assai criticate per non aver pagato abbastanza imposte e Apple è attualmente sottoposta ad un’inchiesta fiscale della Commissione Europea.

Wozniak, che ha lasciato Apple nel 1985, non ha assunto una posizione chiara sulla prospettiva che il Regno Unito abbandoni la Comunità Europea.

Wozniak – conosciuto ovunque come Woz – ha fondato Apple insieme con Steve Jobs e Ronald Wayne 40 anni fa. E’ diventato uno dei maggiori uomini d’affari del mondo, con un capitale stimato di 600 miliardi di dollari.

Ha dichiarato a BBC Radio 5 live: “Non mi piace affatto l’idea che Apple possa agire in maniera scorretta, non pagando le tasse, come invece io faccio come persona fisica”.

Lavoro e viaggio moltissimo e pago oltre il 50% di tasse. Credo che sia parte della vita e che sia necessario farlo”.

Quando gli è stato chiesto se ritenesse che Apple debba pagare lo stesso ammontare di tasse, ha risposto: “Ogni società del mondo dovrebbe farlo”.

Wozniak ha affermato di non essere mai stato interessato al denaro, al contrario del suo ex partner Steve Jobs. “Steve Jobs ha iniziato Apple Computers per fare soldi, che era  -per lui – la cosa più importante e soddisfacente”.

Apple convoglia la maggior parte dei suoi affari europei verso la sua sussidiaria nella repubblica Irlandese, che prevede un tasso societario di imposta del 12,5%, a fronte di quello previsto nel Regno Unito, che è del 20%.

Negli Stati Uniti, la percentuale di tassazione è del 35%, ma tre anni fa la compagnia ha ammesso che due delle sue sussidiarie irlandesi pagano tasse per il 2%. La compagnia ha costituito riserve di cash offshore per circa 200 miliardi di dollari.

L’elusione fiscale è stata di nuovo portata all’attenzione pubblica dalle rivelazioni dei Panama Papers.

Penso che ogni compagnia che sia pubblica abbia degli azionisti che esigono da essa i profitti maggiori. Ciò vuol dire che il popolo della finanza è sempre allo studio di tutte le leggi possibili, trovando schemi economici che funzionano e che siano tecnicamente legali. Sono tecnicamente legali, ma non condivido e non vivrei la mia vita così”, ha affermato Wozniak.

About The Author

La redazione di Jobtrading.it è composta da giornalisti professionisti, pubblicisti, economisti e traduttori. Su Jobtrading.it è possibile trovare news dall’Italia, dall’Europa e dal Mondo intero, con informazioni riguardanti l’andamento dei mercati e dei principali strumenti finanziari. Grande impegno sarà profuso nel collegare i vari mercati ed i differenti strumenti finanziari per offrire una panoramica il più ampia possibile da diverse prospettive.

Leave a Reply

Your email address will not be published.