La casa automobilistica produttrice di automobili di lusso ha dichiarato di aver subito, in Cina, un calo del 54%, rispetto allo scorso anno. Lo scivolone contribuisce ad un declino globale delle vendite, interrompendo un periodo di crescita durato cinque anni.
«Forti ‘venti contrari‘ hanno rallentato l’intero settore del lusso in Cina», ha dichiarato, lunedì scorso, la Rolls-Royce.

Sul mercato mondiale, la Rolls-Royce dichiara di aver venduto 3.785 auto nel 2015 – il secondo miglior dato nella sua storia – dopo aver ottenuto, nel 2014, un record di vendite pari a 4.063 autovetture.
Le vendite sono aumentate del 7% ed in Corea addirittura del 73%. La Rolls-Royce in genere però, non specifica il numero esatto di automobili vendute in ogni stato.
La compagnia ha dichiarato che il Nord America costituisce  la top area per le sue vendite, seguito dal Medio Oriente, dall’Europa e dai Paesi Asiatici che si affacciano sul Pacifico.

Il rallentamento del mercato cinese ha avuto ripercussioni negative sulle vendite di molti marchi di lusso.
Secondo una relazione della UBS, la Cina assorbe quasi l’8% delle esportazioni dell’Unione Europea. Se la crescita economica della Cina dovesse essere minore di quanto previsto per quest’anno, l’economia della Germania in Europa sarebbe quella a soffrirne maggiormente.
La BMW (BAMXY), che controlla la Rolls-Royce, ha dichiarato che le vendite globali per i suoi marchi BMW, Mini e Rolls-Royce, sono state in  rialzo del 6,1% per il 2015, stabilendo un record di cinque anni consecutivi di aumento.
Adesso comunque la Rolls-Royce ha dichiarato di restare il top-seller mondiale di automobili di “super lusso”, vendute per più di 200.000 sterline (pari a 290.000 dollari) ad esemplare. Torsten Mueller-Otvos, CEO di Rolls Royce, si è detto “fiducioso” in un brillante 2016.

About The Author

La redazione di Jobtrading.it è composta da giornalisti professionisti, pubblicisti, economisti e traduttori. Su Jobtrading.it è possibile trovare news dall’Italia, dall’Europa e dal Mondo intero, con informazioni riguardanti l’andamento dei mercati e dei principali strumenti finanziari. Grande impegno sarà profuso nel collegare i vari mercati ed i differenti strumenti finanziari per offrire una panoramica il più ampia possibile da diverse prospettive.

Leave a Reply

Your email address will not be published.