La società giapponese prevede una perdita di 4,5 miliardi di dollari in seguito allo scandalo sugli utili di bilancio.
La perdita stimata dalla Toshiba è significativamente più alta di quanto gli analisti si aspettassero, ed è sei volte più alta di quella di 90,5 miliardi di yen (734 milioni di dollari) che la società aveva comunicato per il primo semestre dell’anno.

Alcune delle perdite sono associate ad una grande opera di ristrutturazione che la Toshiba ha annunciato lunedì scorso. Per la fine di marzo,  la compagnia taglierà circa 6,800 posti di lavoro del comparto elettrodomestici e licenzierà altri 1,000 impiegati dai suoi uffici.
Questo, secondo alcune dichiarazioni fatte dalla compagnia, dopo la chiusura dei mercati di Tokyo.

La Toshiba chiuderà anche il suo business audio-visivo in tutti i Paesi eccetto il Giappone e si concentrerà a concedere la licenza del suo marchio sui mercati internazionali.
La perdita annuale di 4,5 miliardi di dollari risulterà dai costi di ristrutturazione, dalla mediocre performance sia del settore energetico che elettronico della compagnia e dalle spese fiscali.
Basti pensare, infatti, che le azioni Toshiba hanno avuto una perdita del 10% prima dell’annuncio della ristrutturazione.

Lo scandalo

La Toshiba sta mettendo in atto tutte queste strategie per recuperare ad uno scandalo sul suo bilancio, che mostrava profitti gonfiati.

Le azioni della compagnia hanno avuto un ribasso del 50% durante l’anno in corso ed il CEO della compagnia Hisao Tanaka ha rassegnato le sue dimissioni a luglio.

Anche altri manager di punta hanno fatto un passo indietro e la Toshiba ha dovuto correggere le sue dichiarazioni sugli utili.
Il malessere era cominciato in aprile, quando la societò stessa aveva cominciato ad indagare sulle pratiche di bilancio nel suo settore energetico.

Lo scandalo ha solo accelerato l’intero processo di ristrutturazione ed aumenta il senso di urgenza” ha dichiarato l’analista Michael Miles.

La storia della società

La Toshiba è stata fondata nel 1875 e si è fatta un nome in Giappone, introducendo innovazioni tecnologiche negli elettrodomestici – dalle lavatrici ai frigoriferi e, più tardi, introducendo il primo tv a colori al mondo. Oggi, la compagnia si è espansa dai soli elettrodomestici a tutta una gamma di prodotti tecnologici, che vanno dall’energia nucleare alle attrezzature mediche.

Miles ha dichiarato che alla Toshiba, potrebbero esserci altri “scheletri nell’armadio”. “C’è ancor molto da fare- é una compagnia molto opaca”, ha detto, parlando dello scandalo sul bilancio della società.

About The Author

La redazione di Jobtrading.it è composta da giornalisti professionisti, pubblicisti, economisti e traduttori. Su Jobtrading.it è possibile trovare news dall’Italia, dall’Europa e dal Mondo intero, con informazioni riguardanti l’andamento dei mercati e dei principali strumenti finanziari. Grande impegno sarà profuso nel collegare i vari mercati ed i differenti strumenti finanziari per offrire una panoramica il più ampia possibile da diverse prospettive.

Leave a Reply

Your email address will not be published.