Nell’articolo di oggi parliamo dell’analisi tecnica, uno dei due modi con i quali è possibile investire nel mercato valutario (l’altro è l’analisi fondamentale, di cui parleremo). Affrontiamo passo dopo passo questo strumento di trading partendo dalle basi e dando alcuni consigli su come poterlo usare per iniziare ad investire e guadagnare.

Cominciamo con il dire che l’analisi tecnica altro non è che lo studio dei grafici delle valute. Questa analisi include l’analisi delle candele, l’uso degli indicatori e la loro applicazione pratica per cercare di prevedere, nella maniera migliore possibile, come si muoverà il prezzo di una determinata coppia di valute nel futuro.

Perché l’analisi tecnica funziona?

Semplicemente perché una delle leggi fondamentali che regola il mercato, secondo gli studiosi dell’analisi tecnica, è che “ciò che è accaduto in passato, accadrà nuovamente”. In sostanza, se l’euro contro il dollaro è salito in passato, salirà ancora. La cosa difficile è cercare di capire quando lo farà e di quanto.

E’ proprio in questo che l’analisi tecnica ci aiuta, anche perché il comportamento del mercato e degli investitori è ciclico.

Prendiamo ad esempio una candela doji (è una candela che ha un corpo, la parte colorata, praticamente assente e delle ombre, le linee sopra e sotto il corpo, molto lunghe). Se una candela del genere si trova alla fine di un forte movimento in salita o in discesa, molto probabilmente il trend si invertirà. Perché? Una candela doji indica un momento di indecisione del mercato, un momento in cui la maggior parte dei traders non sa cosa fare e, storicamente, indica anche un buon momento per iniziare ad investire in direzione contraria rispetto a quanto fatto fino ad ora. Questo è spesso sufficiente per far sì che la maggior parte dei traders si muova in una determinata direzione e per far realmente invertire il mercato.

Insomma, tutto ciò per dire che l’analisi tecnica funziona perché il mercato si ripete, perché il comportamento dei traders è costante nel tempo.

Come si fa forex con l’analisi tecnica?

Serve un grafico, prima di tutto. Meglio se a candele. L’orizzonte temporale del grafico è liberamente selezionabile esattamente come la durata di di ogni singola candela. Se una candela riporta tutti i movimenti dei prezzi dell’ultimo minuto, si parla di grafico a 1 minuto, se riporta i movimenti dell’ultima ora, si parla di grafico orario, e così via.

Si possono così studiare le candele, applicare gli indicatori di analisi tecnica e mettere poi in pratica ciò che suggeriscono, cercando di capire in che maniera è possibile investire al meglio aprendo le posizioni giuste.

Esistono diverse tipologie di candele da tenere in considerazione. Alcune possono essere prese singolarmente, altre in serie da 2 fino a 5.

Gli indicatori, in unione con lo studio delle candele, possono essere un eccellente modo per investire in maniera più ragionata e consapevole. Tali strumenti, infatti, sono costruiti partendo dai prezzi e ci indicano, ad esempio, se lo strumento è stato troppo venduto o troppo acquistato dal mercato, fornendoci anche indicazioni su cosa poter fare in futuro. Tutto questo poichè, in linea generale, un prezzo tende sempre a tornare intorno al suo valore medio. Anche questo è un comportamento storico, immutato da decenni.

About The Author

Appassionato di Forex ed investimenti in generale, insieme a Manila sono il proprietario di Mj Web Studio, agenzia web che si occupa di web design, copywriting, SEO. Operiamo principalmente in campi altamente competitivi, come il forex. In maniera specifica nel campo delle valute, la passione ci ha portato ad aprire Forex Trading Italia (http://www.forextradingitalia.it) , sito web dedicato agli investimenti nel mercato delle valute ma non solo: parliamo anche di commodities, investimenti azionari, investimenti sicuri e tanto altro.

Leave a Reply

Your email address will not be published.